Categoria: Blog

Farshad Mehdizadeh
e lo studio FMZD.
Un Archispritz iraniano

di Emanuele Cappetta Quando ci interfacciamo con un’Architettura nuova, mai vista, la guardiamo sempre con il bagaglio di conoscenze dato dalla nostra cultura e dai nostri studi; la valutiamo secondo la nostra sensibilità, il gusto personale. È un processo inevitabile, ma il rischio è perdersi il punto di vista di chi quella “cosa” l’ha realizzata. Da una semplice foto non si evince il percorso che ha fatto quell’architetto per arrivare…

Un Archispritz in compagnia
dei MAD Architects

di Davide Vitelli Mentre facevo ricerche per scegliere lo studio d’architettura di cui parlare nel secondo appuntamento del nostro #Archispritz, mi sono imbattuto in alcune immagini che ricorrevano nella mia memoria. Ricordo molto bene che, durante un laboratorio di progettazione nel periodo universitario, ero rimasto colpito dalla forma sinuosa di due grattacieli, le Absolute Towers in Canada a Missisauga. Nonostante siano passati alcuni anni, quelle due torri mi sono rimaste…

Ecco lo studio 3XN
e l’Archispritz è servito

di Matteo Barreca Entro in ufficio, mi siedo, mi preparo un caffè, accendo il computer, bevo il caffè. Nell’attesa che il cervello riceva la sua scarica di caffeina, sfoglio per alcuni minuti una rivista di architettura o visito un qualche blog sulla materia. Ogni giorno, attraverso questo processo di ricerca, gli architetti di tutto il mondo sono alla ricerca di quell’idea o quella suggestione che rendano il loro prossimo progetto…

CoopHimmelb(l)au a Lione
e una vecchia idea di architettura
ormai dimenticata

di Danilo Sergiampietri Quella di Venezia è la Biennale d’Arte Contemporanea più importante ma non è l’unica, ce ne sono molte altre e tra quelle più significative c’è quella di Lione. Ogni due anni è quindi d’obbligo andare anche a Lione, cosa che dal punto di vista gastronomico non dispiace affatto, visto che la città francese è tra le capitali mondiali dell’alta cucina. Come in molte altre città europee, a…

La forma segue la funzione?

di Danilo Sergiampietri Svizzera, Lago Lemano, o di Ginevra. Tra Vevey e Losanna, passando per i magnifici vigneti del Lavaux, un viaggio di pochi chilometri lungo quasi un secolo di Architettura Moderna. Nei dintorni di Vevey, a Corsaux, Le Corbusier costruisce tra il 1923 ed il 1924 la casa sul lago per i suoi genitori. È uno degli edifici meno conosciuti dell’architetto svizzero, ma rientra anche questo nella lista del…

Sacro Monte di Varallo

di Danilo Sergiampietri Sacro Monte di Varallo, Valsesia, Prealpi piemontesi. Un luogo fuori dal “nostro” tempo, sito Unesco dal 2003, ma poco conosciuto. Ne parla spesso Sgarbi ed è proprio dalla lettura di un suo libro che è scattata l’urgenza di andare a vederlo. Non c’è quasi nessuno. Lungo il percorso delle 44 Cappelle che lo compongono incontriamo più volte una signora molto devota e molto loquace che, sgranando il…

La memoria delle città memorabili

di Matteo Barreca “Al di là di sei fiumi e tre catene di montagne sorge Zora, città che chi l’ha vista una volta non può più dimenticare. Ma non perché essa lasci come altre città memorabili un’immagine fuor del comune nei ricordi. Zora ha la proprietà di restare nella memoria punto per punto, nella successione delle vie, e delle case lungo le vie, e delle porte e delle finestre nelle…

Alla riscoperta del Chianti
con un occhio all’architettura

di Davide Vitelli La mia visita alle Cantine Antinori aveva due obiettivi: vedere e toccare dal vivo l’opera architettonica e contemporaneamente scoprire un settore, come quello vinicolo, a me distante. L’opera, realizzata dallo studio di progettazione “Archea Associati” di Firenze, si trova all’interno del contesto collinare del Chianti. Un luogo che, oltre ad ospitare un’architettura di fama internazionale, è anche il cuore di un sistema di produzione vinicolo tra i…

Palladio
e il paesaggio artificiale

di Danilo Sergiampietri In questi giorni è uscito uno di quei film sull’arte che vengono proiettati solo per alcune sere, o peggio ancora nel pomeriggio. Il film è su Andrea Palladio, vale assolutamente la pena vederlo e mi ha dato l’opportunità di ripensare ad alcuni aspetti paesaggistici del suo edificio forse più famoso, la Rotonda. La prima regola in architettura è quella di non fidarsi troppo delle foto, dei disegni…

Mandawa, o della trasmittanza

di Danilo Sergiampietri Nord-ovest dell’India, inizio di luglio. Mandawa è una piccola cittadina immersa nel deserto del Rajasthan che ha avuto un momento di splendore economico nel XVIII secolo, quando era base dei mercanti per attraversare il deserto che separa a occidente il Rajasthan dal Pakistan. Rientra negli itinerari del turismo occidentale per i suoi numerosi palazzi riccamente decorati, gli “havelis” che oggi sono quasi abbandonati e in uno stato…