Rilievo Laser Scanner e Modellazione della Fortezza Firmafede a Sarzana

RILIEVO LASER SCANNER E MODELLAZIONE BIM DELLA FORTEZZA FIRMAFEDE A SARZANA (SP)

LUOGO Sarzana (SP)
PAESE Italia
CLIENTE Direzione Regionale Musei Liguria
ANNO 2022
DESCRIZIONE Rilievo Laser Scanner e modellazione BIM

CENNI STORICI

La Fortezza Firmafede, chiamata anche Cittadella, è una fortificazione militare situata nel centro storico della Città di Sarzana, in provincia della Spezia.

Il complesso difensivo fu edificato originariamente nel 1249 ad opera dei Pisani, alleati della città. A seguito della sua distruzione fu ricostruita dai fiorentini che sotto Lorenzo De’ Medici la trasformarono in una vera e propria roccaforte militare.

Nel XIX secolo la Fortezza ospitò la caserma di polizia e successivamente, fino agli anni ’70 del XX secolo fu adibita a carcere.

Tra il 1985 ed il 2003, l’allora Ministero dei Beni e delle Attività Culturali finanziò un ciclo di restauri che hanno contribuito a rendere la Fortezza Firmafede un luogo riferimento per molteplici attività culturali di richiamo anche nazionale.

OBIETTIVO

L’obiettivo della presente attività consiste nella restituzione del gemello digitale del forte.

Il rilievo ed il modello BIM contribuiscono a migliorare la conoscenza e la comprensione dell’articolazione del complesso, garantendo un riferimento preciso per attività di adeguamento sismico o progettazione impiantistica ed architettonica.

CAMPAGNA DI RILIEVO

STRUMENTI UTILIZZATI CARATTERISTICHE TECNICHE
Laser Scanner Leica RTC360 Classe Laser 1 (in accordo alla IEC 60825-1:2014), 1550 nm (invisible)
Range fino a 130 m
Risoluzione da 3 mm a 10 m
Accuratezza 1.9 mm a 10 m
Acquisizione fotografie con sistema di 3 fotocamere da 36 MP di 432 MP di dati grezzi per immagine sferica calibrata a 360° x 300°; funzione HDR
Laser scanner Leica BLK2FLY Classe Laser 1 (in accordo alla IEC 60825-1:2014)
Lunghezza d’onda 830 nm
Campo visivo 360° (verticale)/270° (orizzontale)
Range fino a 25 m
Misurazione punti 420,000 pts/sec
Sistema di acquisizione a 5 telecamere, 1.6 MP, 300° x 180° totali; global shutter

Il rilievo della Fortezza Firmafede richiede l’utilizzo combinato di più strumenti: il Laser Scanner a postazione fissa RTC360 per l’acquisizione degli interni e delle terrazze ed il Laser Scanner Leica BLK2FLY per il rilievo delle coperture e delle mura perimetrali.

Il Laser Scanner BLK2FLY sfrutta la tecnologia di volo a ‘guida autonoma’ che consente al pilota di programmare il piano di volo sulla base delle aree da rilevare che vengono identificate tramite le telecamere di bordo e geolocalizzate tramite le funzioni GPS. La modalità di ‘guida manuale’ viene utilizzata esclusivamente per pilotare l’apparecchio durante le fasi più critiche della missione o in corrispondenza di zone complesse ed articolate.

GESTIONE ED ELABORAZIONE DEI DATI DI RILIEVO

Al termine del rilievo in campo, i dati scaricati dai diversi strumenti sono combinati e gestiti all’interno dello stesso software Cyclone Register 360.

Il pre-allineamento automatico delle scansioni viene perfezionato e verificato, la nuvola di punti viene ‘ripulita’ e ‘decimata’ in funzione degli obiettivi ed il rilievo viene georeferenziato sulla base dei punti GPS acquisiti.

Procediamo con l’esportazione di una nuvola di punti totalmente fedele alla realtà e di fotografie a 360° tramite le quali è possibile navigare all’interno del sito ed effettuare sopralluoghi virtuali.

MODELLAZIONE SCAN TO BIM

La nuvola di punti ottenuta costituisce una base sicura e dettagliata da utilizzare come riferimento per costruire il gemello digitale dell’edificio.

La modellazione di un edificio così complesso ed articolato richiede competenze avanzate nell’utilizzo dello strumento: la creazione degli oggetti parametrici è funzionale all’ottimizzazione dei tempi e viene gestita tramite famiglie di base che possono essere riadattate e perfezionate per rispondere a casistiche specifiche più articolate.

Il modello diventa inoltre un riferimento essenziale per comprendere l’articolazione degli spazi ed i rapporti tra ‘vuoto’ e ‘pieno’, soprattutto in questa situazione particolare dove l’edificio si intreccia con il colle e molti percorsi ed ambienti sono scavati nel terreno.

Il modello BIM è utilizzato per estrapolazione di elaborati grafici quali piante, prospetti e sezioni, in funzione delle necessità e degli obiettivi.