Categoria: Blog

Palladio
e il paesaggio artificiale

di Danilo Sergiampietri In questi giorni è uscito uno di quei film sull’arte che vengono proiettati solo per alcune sere, o peggio ancora nel pomeriggio. Il film è su Andrea Palladio, vale assolutamente la pena vederlo e mi ha dato l’opportunità di ripensare ad alcuni aspetti paesaggistici del suo edificio forse più famoso, la Rotonda. La prima regola in architettura è quella di non fidarsi troppo delle foto, dei disegni…

Mandawa, o della trasmittanza

di Danilo Sergiampietri Nord-ovest dell’India, inizio di luglio. Mandawa è una piccola cittadina immersa nel deserto del Rajasthan che ha avuto un momento di splendore economico nel XVIII secolo, quando era base dei mercanti per attraversare il deserto che separa a occidente il Rajasthan dal Pakistan. Rientra negli itinerari del turismo occidentale per i suoi numerosi palazzi riccamente decorati, gli “havelis” che oggi sono quasi abbandonati e in uno stato…

Lo stupore e la meraviglia

di Danilo Sergiampietri Sto passando l’aspirapolvere sul tappeto di casa in una domenica mattina luminosa quando, come per una madeleine proustiana, mi torna in mente un momento di pace e sindrome di Stendhal. Istanbul, ultimi giorni dell’anno, il tempo è bello ma un vento gelido che sembra venire da chissà dove impedisce quasi di stare all’aperto, entriamo nella Moschea Blu, qui non fa freddo, il silenzio è totale, non c’è…

Alla ricerca della forma perfetta

di Matteo Barreca In una delle mie solite pause caffè passate a curiosare tra le riviste un po’ ingiallite che compongono una parte della nostra libreria di architettura, mi sono imbattuto in un articolo di un vecchio numero di Casabella (per i più curiosi sto parlando del n°739 “Le grandi opere strutturali dalla ricostruzione al miracolo economico”) che avrebbe fatto brillare gli occhi a qualsiasi architetto o ingegnere.Tra le tante…

Cera una volta

di Danilo Sergiampietri Nel gennaio 2018 ho presentato una mia mostra personale alla Galleria “Il Gabbiano” della Spezia da titolo “Cera una volta”. Sono particolarmente orgoglioso di questa mostra anche perché si è trattato di una delle ultime organizzate dalla Galleria, che ha definitivamente chiuso alcuni mesi più tardi, dopo ben 50 anni di attività. La personale era accompagnata da un catalogo a cura di Francesca Cattoi, Collection Registrar presso…