Concorso di progettazione per la riqualificazione di Piazza Cavour

Luogo Piazza Cavour, La Spezia
Paese Italia
Cliente Comune della Spezia
Anno 2019
Descrizione Concorso di progettazione in due fasi per l’acquisizione del progetto di fattibilità per la riqualificazione di Piazza Cavour

Il senso del progetto si muove tra recupero architettonico, funzionale e culturale dell’edificio e della piazza esistenti ed innovazione per farne un centro di respiro europeo che possa diventare un vero e proprio “stabilimento pubblico di cooperazione culturale”, enogastronomica e commerciale.
Negli ultimi decenni molti mercati in Europa, a seguito della loro rigenerazione, sono diventati strumenti di crescita delle economie locali, favorendo inoltre lo sviluppo socioculturale della realtà urbana in cui si inseriscono, grazie all’applicazione di buone pratiche per la creazione di nuovi stili di vita compatibili con la sostenibilità e la creazione di posti di lavoro.
In questo caso specifico, salvaguardare la vocazione storica di mercato alimentare di piazza Cavour ed insieme assecondare il suo indirizzo di piazza di “degustazione” e di “incubatore del gusto” attraverso la sua trasformazione in un luogo da vivere lungo tutta la giornata, modifica questo pezzo di città in un complesso integrato di interesse pubblico ed urbano oltre che, naturalmente, turistico che possa contribuire ad innescare o a supportare lo sviluppo di cui la città è in questo senso attualmente protagonista.
Il recupero del mercato, prima che il declino dell’attività presente, già in essere da qualche tempo lo renda poco attrattivo, deve essere inteso come strumento di prevenzione del deterioramento della struttura e del quartiere conservando al contempo il senso di prossimità che ha sempre avuto nei confronti della cittadinanza locale.

L’obiettivo da raggiungere è la trasformazione di piazza Cavour e dei suoi edifici, tramite il riuso integrato con nuove funzioni di servizio e somministrazione in modo che possa essere letta, non solo dai cittadini della Spezia, anche come una piazza di degustazione e divulgazione della cultura gastronomica locale e delle eccellenze del territorio.
Tale percorso passa attraverso la creazione di nuovi servizi agli utenti ed agli esercenti e di un piano di riorganizzazione commerciale collegato al recupero architettonico degli spazi pubblici e commerciali esistenti.
Uno dei criteri fondamentali su cui fare leva è quindi quello di vivificare il mercato oltre gli orari consueti di apertura mattutina, favorendo la collocazione di esercizi per la ristorazione, all’interno ed all’esterno degli edifici principali, dove sia possibile consumare direttamente anche i prodotti che si trovano in vendita sui banchi del mercato.
Riorganizzare gli orari di apertura e riutilizzare gli spazi liberi del mercato anche per attività culturali diversificate, quali concerti, rappresentazioni e manifestazioni varie, sembra la strada più utile alla finalità espressa dall’Amministrazione Comunale, anche attraverso il percorso partecipato fin qui svolto.